Atletica Estrada - sito ufficiale

lunedì 1 settembre 2014

4x100 AZZURRA PER TASSANI E LEGRAMANDI



A Cles esordio con la nazionale allievi

Siamo rientrati alla base dopo una intensa settimana di preparazione in ritiro sulle Dolomiti del Cadore, pronti ad affrontare la seconda parte della stagione open.
A dire il vero, un ghiottoso antipasto si è già consumato in Val di Non con il XXII Meeting Nazionale Melinda di Cles, località che ha ospitato anche il raduno della nazionale allievi con al seguito i nostri Daniela Tassani e Danny Legramandi che in occasione del meeting, hanno esordito con la maglia azzurra, entrambi con la staffetta 4x100. Staffette che hanno straripato, vincendo davanti a compagini di categoria assoluta. Daniela Tassani ha corso in terza frazione con le compagne Fattori, Niotta e Calliari (46”74), mentre Danny Legramandi è stato il primo frazionista tra gli allievi e che ha lanciato Basso, Polo e Pettorossi (41”84). Per loro è la prima maglia azzurra e, per stare in tema con il meeting, possiamo augurare ad entrambi “cogli la prima mela” con l’augurio che l’esperienza con il gruppo della nazionale possa durare a lungo.
Approfittando della vicinanza a Cles, tutto il gruppo in ritiro a Calalzo è sceso compatto in Val di Non per tifare i compagni azzurri. Nell’occasione, qualche atleta ha avuto anche l’opportunità di gareggiare, pur avendo un notevole carico di lavoro nelle gambe. In ogni caso, sono arrivati anche i primi responsi che lasciano trasparire buoni segnali per le gare importanti che si succederanno dalla seconda metà di settembre sino ad ottobre. Parliamo innanzitutto di Valeria Paccagnella che ha stravinto i 300 hs cadette col tempo di 45”81. Nella stessa gara, brava anche Beatrice Codebue (53”50). Piazzamenti per le altre cadette, Beatrice Lidi e Amina Vailati  negli 80 piani, le allieve Simona Bosco, Lucrezia Gritti, Aurora Sambati nei 100 piani ed Elisa Tonoli nel giro di pista.
In campo maschile, l’allievo Reda Chaboun si impone nel salto in lungo con il personale di 6,74 e che ha dimostrato di essere quasi vicino ai sette metri mancati per tre nulli millimetrici. La concorrenza di atleti assoluti ha dato stimoli ai “piccoli” allievi (primo anno di categoria) Christian Bapou nei 100 piani (personale di 11”04) e Emmanuel Ihemeje nei 400 (51”18). Ma anche Alfredo Romano e Marco Vavassori hanno ben figurato nei 100. Infine i cadetti, con l’ottimo esordio di Amos Galbiati piazzatosi al terzo posto sia nei 100 hs in 14”69 (piazzato Gabriele Spotti) e sia negli 80 piani con 9”85. Bene i compagni Luis Ghezzi e Andrea Cavalli.
Ad Albino buon test per alcuni ragazzi. In evidenza l’esordiente Emma Corrado che nel lungo si è imposta con la misura di 3,94, nuovo record societario di categoria e i personali delle seicentiste Elisa Rossoni (cat. cadette) e Francesca Riboni (cat. ragazze).

lunedì 28 luglio 2014

CARTOLINA AZZURRA

Luca Cacopardo sfiora la finale
undicesimo al mondo, secondo in Europa
Dall’Oregon riceviamo e pubblichiamo la bella cartolina del mondiale di Luca Cacopardo, alfiere della squadra azzurra juniores  impegnato nella gara dei 400 hs. Abbiamo palpitato in diretta streaming dapprima per l’esordio in batteria dove Luca ha saputo tenere testa a chi aveva migliori accrediti di tempo ed è stato subito un’esultare di gioia. Padrone degli ostacoli è riuscito nell’impresa di accedere al turno successivo con il tempo di 51”97 che nel computo generale è risultato essere il quinto migliore tempo delle batterie. Ancor più emozionante la diretta della semifinale, che si sapeva essere la gara più dura e decisiva. Ma forse per la grande pressione, il sogno della finale è svanito quasi subito quando alcune incertezze iniziali hanno compromesso la gara. A nulla è valsa la grande rimonta nella seconda parte dove Luca ha coraggiosamente risalito la china sino al quarto posto fermando il crono a 51”90, purtroppo non sufficiente per i ripescaggi. Col senno di poi ci si può anche rammaricare (con il suo personale di 51”29 fatto a Torino poche settimane fa sarebbe stato sicuramente della partita fra i migliori cinque e opportunità come queste sono irripetibili) ma nei fatti non è così facile gestire questi momenti e chissà quante volte Luca rivivrà e rivedrà la sua semifinale per trovare ancor più consapevolezza dei suoi grandi mezzi e per un sogno azzurro che deve continuare a lungo. Rimane ora la soddisfazione di essere undicesimo al mondo di questa specialità e il secondo in Europa ad un soffio dal tedesco Hanssen. Bravissimo!

A Rovereto Assoluti d'argento

Maffioletti, Mazza e Tassani solo dietro le "militari"

A Rovereto si sono consumati i campionati italiani assoluti di atletica leggera, sempre più nel segno delle supercorazzate militari. Ne sanno qualcosa le nostre atlete che dal Trentino sono tornate con le medaglie d’argento nelle staffette.
La 4x100 della Bracco-Estrada capitanata da Marta Maffioletti con Laura Gamba, Sara Balduchelli e l’allieva Daniela Tassani fissa il tempo a 45”93 ma deve arrendersi alla forte compagine della Forestale. Stessa sorte per la 4x400 dove a prevalere è la squadra dell’esercito: Marta Maffioletti questa volta in compagnia di Beatrice Mazza, Giulia Alberti e Flavia Battaglia vanno forte con 3’40”44, ma è ancora argento.
Individualmente, prima delle staffette, Marta Maffioletti è stata protagonista di una eccezionale gara sulla distanza dei 400 piani, acciuffando da subito la finale nella prima giornata di gare e tirando fuori le unghie nella gara decisiva conclusasi con il sesto posto assoluto (lei che è al primo anno in questa categoria) e con il personalone di 54”21! Chapeau a Libania Grenot vincitrice della gara in 50”55, crono importante, il più veloce d’Europa nel 2014. 
Sul versante maschile, segnaliamo la bella prova di Federico Zucchinali nel disco: c’entra l’obbiettivo della finale, siglando il suo personal best stagionale di 48,56 ed è nono. Nel martello Mattia Gabbiadini si piazza con 54,16 e nella velocità Gabriele Buttafuoco non ripete il personale di poche settimane fa fermandosi, nei 100, a 10”79. Tutta esperienza per l’allievo Reda Chaboun (per lui un normale 13,89) e poi tutte staffette, sia con il citato Buttafuoco che con la compagine della Riccardi sfiora la medaglia di bronzo (quarto con 40”87 ma anche qui in gioco ancora i militari delle Fiamme Gialle) e poi i “piccoli” allievi Estrada in forza al Pavia: Christian Bapou nella 4x400 (quinta piazza in 3’14”79) e Danny Legramandi nella 4x100 (42”29). Correre al fianco ai loro miti è stato sicuramente uno stimolo in più.

lunedì 14 luglio 2014

GOOD LUCK LUCA!


Luca Cacopardo azzurro ai mondiali jr in U.S.A.

Il Direttore Tecnico delle Nazionali giovanili Stefano Baldini ha ufficializzato la squadra per la XV rassegna iridata under 20 al via a Eugene (Oregon, Stati Uniti) da martedì 22 a domenica 27 luglio 2014. La grande notizia è che a far parte del team azzurro c’è il nostro Luca Cacopardo e con lui, come personal coach al seguito della nazionale, anche il tecnico Paolo Brambilla, così come era già avvenuto in altre occasioni internazionali (da ultimo gli europei under 23 del 2013), a riconoscimento della sua ormai consolidata professionalità ed esperienza. Ora il numero delle maglie azzurre Estrada sale a  92 di cui 10 in occasione di campionati mondiali. Dopo Marta Avogadri (Santiago del Cile 2000), Andrea Saccani (Sherbrooke Canada 2003), Eleonora Sirtoli (Pechino Cina 2006), Marta Maffioletti e Maria Moro (Ostrava Rep. Ceca 2007), Marta Maffioletti (Bidgoszcz Polonia 2008), Eleonora Sirtoli (Berlini Germania 2009) e ancora Marta Maffioletti (Moncton Canada 2010), un altro talento della nostra scuola partecipa ad una rassegna iridata.
Luca, ricordiamo è fresco campione italiano junior in carica e nei trascorsi della sua giovane carriera è stato campione in ogni categoria, da cadetto (a Cles nel 2010 con record italiano nei 300 hs ad oggi imbattuto) e da allievo (nel 2011 a Rieti). “E’ una responsabilità importante vestire la maglia azzurra. Sono motivato e mi sono allenato bene con Paolo. Il mio sogno sarebbe di arrivare in finale, ma so di avere il 15° tempo al mondo e sarà un’impresa difficilissima. Davanti a me ci sono i soliti americani, giamaicani, caraibici e cinesi; a livello europeo sono però il terzo dietro a un tedesco e a un inglese con tempi più o meno simili e in ogni caso cercherò di abbassare il mio personale”. Queste le parole di Luca nel salutare tutti gli atleti nell’ultimo allenamento al centro sportivo Mazza di Treviglio.
Il primo appuntamento con le batterie dei 400 hs è per il 23 luglio alle 12,10 ora locale (in Italia saranno le 12,10) con replica il giorno successivo per le semifinali. “Sarà questa la gara più delicata – afferma Paolo Brambilla – nella quale occorrerà dare il massimo cercando di abbassare il suo attuale limite (che è la sesta prestazione italiana di sempre) cercando di andare sotto i 51 secondi.” La finale forse è un sogno, ma mai mettere limiti ai sogni e alla possibilità di migliorare sempre se stessi e per questo, lo diciamo alla “yankee”, good luck Luca!
Per il resto, siamo nella settimana dei campionati italiani assoluti in pieno svolgimento a Rovereto (Tn). Vedremo all’opera, protagoniste della velocità, Marta Maffioletti e Beatrice Mazza sulla distanza dei 400 piani, Gabriele Buttafuoco nei 100. Molta Estrada nelle staffette con le citate Maffioletti e Mazza ma anche con Laura Gamba e l’allieva Daniela Tassani. Ribalta nella massima categoria anche per gli allievi Danny Legramandi (4x100) e Christian Bapou (4x400), oltre che per Reda Chaboun nel triplo. In pedana anche i corazzieri lanciatori Mattia Gabbiadini (martello) e Federico Zucchinali (disco).
In attesa di questi eventi, andiamo a ripescare il meeting di atletica del 25 giugno a Rodengo Saiano che avevamo trascurato nelle cronache precedenti, per risaltare le prestazioni dei marciatori Matteo Scabeni e Federico Vimercati che hanno entrambi centrato l’obiettivo del minimo per gli italiani cadetti.

Della settimana appena trascorsa, spicca invece il bronzo di Beatrice Mazza al XVII Meeting Nazionale Città di Nembro sulla distanza dei 400 piani (55”62) e sulla stessa distanza, l’argento di Carlo Facheris ai provinciali bresciani con 50”64.