Atletica Estrada - sito ufficiale

domenica 21 giugno 2015

BAPOU INCANTA L’ARENA DI MILANO



E’ Campione italiano nei 100 e 200
ed anche le staffette sono d’oro

Il re dello sprint si chiama Christian Bapou che dopo il titolo indoor sui 60 piani si aggiudica la maglia di campione italiano anche nei 100 e 200 metri sul mitico palcoscenico dell’Arena di Milano. Nella prima delle tre intense giornate dei campionati italiani il nostro allievo mette in fila tutti i rivali con un imperioso 10”70. Nella seconda giornata si prende la corona di campione italiano anche sui 200, dopo un testa a testa con il vicentino Michele strappando la vittoria per questione di millesimi: tre, per la precisione, 21.745 a 21.748 che solo il fotofinish poteva rilevare.

Christian Bapou - Daniele Siliquini - Emmanuel Ihemeje - Andrea Verga
E non a caso che una delle immagini simbolo di questi Campionati sono ancora loro due che si giocano la vittoria nell’ultima frazione della 4x400 dove però Bapou finalizza da puro levriero (girando sotti i 47 secondi!) il gran lavoro dei compagni, con lui sul podio dei campioni d’Italia, che hanno accompagnato il testimone: Emmanuel Ihemeje, Andrea Verga e Daniele Siliquini fermando il tempo a 3’21”92.

Francesca Aquilino - Sofia Borgosano - Miriam Vercellone - Silvia Cardinale
Ma l’apoteosi delle staffette spetta anche alle allieve della Bracco-Atletica Estrada che, senza la responsabilità di partire come favorite, hanno sobbalzando ogni pronostico meritandosi l’oro dapprima con la staffetta veloce 4x100 composta da Sofia Borgosano, Francesca Aquilino, Silvia Cardinale e Miriam Vercellone (48”08).

Francesca Facchinetti - Elisa Tonoli - Miriam Vercellone - Chiara Di Benedetto
Miriam Vercellone protagonista della ancora più incredibile vittoria tricolore nella 4x400 insieme alle compagne di testimone Francesca Facchinetti, Elisa Tonoli, Chiara Di Benedetto. Il loro ottimo 3’58”27 ha saldamente resistito all’assalto delle squadre più accreditate (Pro Sesto e Bergamo 59) scese in pista nell’ultima serie.

A coronare questa pioggia d’oro è arrivato anche il bronzo di Emmanuel Ihemeje nei 400 hs. Bene anche tutti gli altri allievi sopraggiunti all’Arena. Per le femmine Sofia Borgosano si prende la soddisfazione di accedere nelle finali B sia nei 100 che nei 200 con due nuovi personali di 12”33 e 25”64. Si migliora anche Francesca Aquilino (12”75 nei 100 e 25”87 nei 200). Nel triplo Lucrezia Gritti accede alla finale delle migliori 12, chiudendo ottava (11,31). Nei 2000 siepi migliora il suo tempo anche Simona Conti 8’02”51). Francesca Facchinetti e Yoada Habibou si piazzano rispettivamente nei 400 hs e disco.
Anche gli altri allievi in gara ottengono tutti il proprio personal best: Quincy Achonu nel lungo (6,63), Alfredo Romano nei 200 (23”04) e Amos Galbiati nei 110 hs (15”16). Li si aspettava per un buon piazzamento anche nella 4x100 che però è stata (forse troppo rigidamente) squalificata per uno sfortunato infortunio alla partenza di Victorio Afuye. Avranno modo di riscattarsi ai societari.
Se abbiamo potuto scrivere ancora una pagina fantastica da aggiungere sul libro della nostra storia, il grande merito va tutto allo staff tecnico ed in particolare a Paolo Brambilla.








domenica 14 giugno 2015

200 D’ORO PER DANIELA TASSANI


A Rieti è campionessa italiana nei 200 e 4x100

Il 2015 di Daniela Tassani era nato sotto il segno dell’argento come le sue 4 medaglie ottenute questo inverno ai campionati italiani indoor (60, 200 e le due staffette, junior e assoluta). Ma con la primavera è cambiato il vento e il colore delle medaglie. Ai campionati italiani juniores di Rieti si è concretizzato al meglio il lavoro fatto con il coach Paolo Brambilla, centrando l’obiettivo che sta coronando la sua stagione, il titolo italiano sui 200 piani, specialità che già l’aveva vista regina lo scorso anno nella categoria allieve. Con il secondo tempo ottenuto in batteria (24”37), la finale era molto equilibrata, con le migliori racchiuse in soli 4 centesimi di secondo: serviva il capolavoro per vincere e Daniela è stata perfetta firmando un eccezionale 24”06 (vento nullo) che è il suo nuovo personale e che scalza dall’albo dei nostri record societari velociste che han fatto (Avogadri) e ancora fanno la storia dell'Estrada (Maffioletti e Gamba). Ma non è tutto perchè Daniela è stata anche formidabile protagonista della vittoria tricolore con la 4x100 insieme alle compagne della Bracco Atletica (Andreis, Monfardini e Spadotto Scott, tempo 46”93). Dall’argento, alle due medaglie d’oro: il colore dell’estate sarà azzurro?
Ma la spedizione Estrada agli italiani di Rieti è soddisfacente anche per gli altri risultati della "truppa". Intanto per un’altra medaglia: il bronzo di Michela Villa con la 4x100 under 23 della Bracco. Ad essa anche la soddisfazione di un bel personale di 1’02”81 nei 400 hs (decima). Specialità nella quale, nella categoria maschile, Luca Cacopardo in finale ferma il crono a 52”36 (quinto). L’ostacolista sta ri-crescendo a vista d’occhio e la data di questi campionati è stata troppo vicina al suo recente rientro dagli States. Siamo certi che presto girerà sui 51 secondi.
Molto bene Reda Chaboun (primo anno jr) che è quarto nel salto triplo, ma con un balzo notevole di 15,14 che frantuma il suo precedente personal best. Brava anche Alice Colonetti che ha portato a termine la fatica dei 2000 siepi jr in 13’27”36. Si supera anche Riccardo Brambilla sui 10 km di marcia chiusi in 45’49”65 (decimo). La 4x400 della Cento Torri Pavia si fa onore con la sesta piazza di Mattia Riganti.
Dal “Guidobaldi” di Rieti all’ Arena Civica di Milano, altro importante appuntamento con i campionati italiani di questo imminente weekend riservato agli allievi. La pattuglia Estrada di quanti hanno centrato il minimo è davvero consistente e i sogni di nuove medaglie possono avverarsi anche se non sarà facile, ma il nostro rituale “in bocca al lupo” è davvero caloroso.
Complimenti anche alla cadetta Elisa Rossoni che a Mariano Comense, in occasione del Trofeo dei Laghi, ha ottenuto anche il minimo per il Criterium nella gara delle siepi (1200), dopo aver già intascato quelli sui 1000 e 2000. 

lunedì 8 giugno 2015

SCUDETTO REGIONALE PER LA SQUADRA RAGAZZE


E' il diciassettesimo titolo regionale

Anche in uno sport spiccatamente individuale come l’atletica leggera, trova spazio il gioco e lo spirito di squadra che da sempre animano i campionati di società che mettono in luce il lavoro complessivo ed impegnativo ma anche la qualità delle squadre soprattutto a livello giovanile, indispensabile bacino del futuro dell’atletica. Il calendario ci ha proposto nel fine settimana la finale regionale dei societari riservati alla categoria ragazzi e ancora una volta sull’ albo d’oro degli scudetti regionali è posta la firma dell’Atletica Estrada. Nella finale di Nembro la squadra femminile l’ha fatta da padrona superando di 17 punti le altre squadre favorite alla partenza grazie alla strategia vincente operata dai tecnici e agli ottimi risultati piazzati dalle proprie atlete in tutte le nove specialità in cui sono state chiamate a misurarsi. I carichi pesanti sono arrivati dal lungo con la vittoria di Federica Chiodo (ottimo 4,77) e gli argenti di Alice Facchi nei 60 (8”26) e della 4x100 (Zoe Guereschi, Valentina Brozzu, Federica Chiodo e Alice Facchi), ma fondamentali sono stati i punti arrivati dai 60 hs con Zoe Guerreschi, dalla marcia con Francesca Liviani e dalle pedane dell’alto con Letizia Aquilino e del vortex con Beatrice Carsana. Ma non va dimenticato il prezioso apporto di Yasmin Amboni (60), Valentina Brozzu (60 hs), Anna Marazzi (alto), Alice Zanoli (lungo), Emma Corrado (1000) e Chiara De Capitani (peso).
Per la squadra maschile l’obiettivo era di rimanere nella top delle migliori finaliste regionali e i ragazzi, se pur a ranghi limitati, ci sono riusciti dignitosamente.
Chiudiamo la pagina di questi campionati con un ultima e significativa nota statistica: lo scudetto 2015 è il diciassettesimo vinto da una nostra squadra ragazze in 30 anni di storia e da dodici anni consecutivi l’Atletica Estrada vince il titolo regionale (lo scorso anno furono campioni i maschi). Numeri da record che non hanno bisogno di commenti.
Societari anche per gli assoluti nella seconda fase regionale. Sul fronte femminile la Bracco aveva già in tasca l’accesso alla finale oro e a Lodi ha incrementato il punteggio. Su tutte  citiamo la vittoria di Marta Maffioletti sui 400 piani (54”97) e l’argento di Bea Mazza nei 400 hs (60”88). Alla 100 Torri Pavia servivano invece 90 punti per entrare nella top delle finaliste: a centrare l’obiettivo ci hanno pensato le truppe giovanili Estrada con l’apporto di Christian Bapou nei 200 (21”78)  e Reda Chaboun nell’alto (1,97).
Il caldo mese di giugno proseguirà con i tricolori individuali. Nel prossimo weekend toccherà a junior e promesse al Guidobaldi di Rieti mentre in quello successivo, all’Arena di Milano, sarà il turno degli allievi.

domenica 31 maggio 2015

CHRISTIAN BAPOU 400 PIANI CON LODE


Titolo italiano ai Campionati Studenteschi

Dopo l’oro universitario di Beatrice Mazza, arriva la lode tricolore anche per Christian Bapou ai Campionati Studenteschi. Nella finale nazionale di Desenzano del Garda, l’allievo conquista il titolo italiano nella gara dei 400 piani con un‘ottima prestazione di 48”69. E’ la conferma della continua crescita del giovane talento che, in questa specialità, fu campione lo scorso anno a Rieti e nel 2015 ha già vestito la maglia di campione italiano nei 60 piani indoor. Allo stadio “Francesco Ghizzi” era presente anche Emmanuel Ihemeje nella finale dei 110 hs dove si è piazzato sesto in 14”67. Lo attendiamo a breve nella specialità a lui più congeniale dei 400 hs.
Va in archivio anche il Trofeo Bracco Donna Sport all’Arena di Milano. Ci fa piacere raccontare, dopo un lungo stop, il rientro alle gare di Maria Moro che ha messo in fila tutte le concorrenti del salto triplo andando a vincere con la misura di 12,68. Nello spazio riservato alla cadette ha trovato gloria anche Tisiye Zuniga con la vittoria negli 80 piani col personale di 10”50.
Belle speranze in mostra a Curno. Intanto per i due titoli provinciali conquistati, nella categoria ragazze, da Alice Facchi nei 60 piani (8”2) e Federica Chiodo nel lungo (4,73). E poi per i tanti giovanissimi esordienti che si stanno mettendo in luce in questa parte di stagione e dei quali citiamo, per sintesi, le vittorie di Clara Falchetti nell’alto (1,26), Valentina Morello e Sara Mangili a pari merito nei 50 col tempo di 7”8.
Il fine settimana ci propone un calendario fitto di appuntamenti e per il settore giovanile spicca la finale del campionato regionale di società per ragazzi/e a Nembro. Ancora una volta, da 19 anni consecutivi, siamo presenti nella finale con le squadre femminile e maschile. Tecnicamente le aspettative di podio propendono per le ragazze che lo scorso anno furono seconde. In bocca al lupo. 


domenica 24 maggio 2015

LAUREA TRICOLORE PER BEATRICE MAZZA


Agli universitari oro in staffetta e argento nei 400 hs

Dopo l’exploit della scorsa settimana di Valeria Paccagnella, un’altra giovane proveniente dal nostro vivaio si è posta alla ribalta dell’atletica leggera nazionale, Beatrice Mazza che a Fidenza si è laureata campionessa italiana nella finale nazionale dei campionati universitari con la staffetta 4x400 insieme alle compagne del CUS Milano (Burattin. Guazzi, Ripamonti) in 3’46”37, dopo aver conquistato un’ottimo argento nella specialità dei 400 hs (personale di 1’01”06). A Fidenza era presente anche Carlo Facheris, 15°  assoluto nei 400 piani (51”41) e settimo con la 4x400 del Cus Brescia.
In luce anche Christian Bapou sul palcoscenico internazionale del Brixia Meeting di Bressanone riservato agli allievi: vittoria sui 100 piani (10”77) e argento nei 200 (21”71). In settimana si misurerà anche nella finale nazionale degli studenteschi insieme ad Emmanuel Ihemeje.

Tutti gli atleti finalisti delle 4x100 ai regionali di Mariano C.se
Ai campionati regionali di staffette giovanili, svoltisi a Mariano Comense, il titolo è sfuggito per pochissimi centesimi al quartetto dei cadetti Leoni, Nizzi, Falco e Zucchinelli che si accontentano dell’argento con la prestazione di 46”10. Medaglie di bronzo  per le 4x100 ragazzi (Manenti, Pioldi, Cavenago, Ruberto tempo di 52”21) e ragazze (Guerreschi, Brozzu, Chiodo e Facchi, 54”11). Da notare che le nostre staffette veloci hanno tutte centrato la finale: le cadette hanno chiuso con sesto posto (Codebue, Zuniga, Vailati, Pacagnella). Piazzata anche la 3x1000 delle cadette Riboni, Cappellazzi e Rossoni (10’14”68).
Buone anche le prestazioni dei piccoli esordienti a Bergamo, impegnati nel duathlon. Nel gruppo A (lungo e 300 piani) ha vinto Valentina Morello. Nel gruppo B (50 hs e vortex) la vittoria è andata a Luca Gulino. Duplice trionfo nel gruppo C  (alto e peso), sia per le femmine con Clara Falchetti che per i maschi con Gabriele Tosini.