Atletica Estrada - sito ufficiale

domenica 19 febbraio 2017

NUOVO TITOLO INDOOR ALLA BRACCO/ESTRADA


Gli italiani indoor si chiudono con il decimo scudetto

L’ultimo capitolo tricolore indoor si è consumato al Palaindoor di Ancona che ha ospitato gli assoluti con una nutrita e qualificata presenza Estrada al top dell’atletica leggera. Il tocco potente dell’Estrada è stato fondamentale soprattutto per la classifica dei campionati di squadra (una combinata derivante dai risultati di tutte le categorie) con le donne Bracco (nella foto Maffioletti e Tassani con le compagne di staffetta Trevisan e Battaglia) che hanno agguantato il nuovo titolo italiano (decimo della storia) e gli uomini della 100 Torri sul secondo gradino del podio.
Le gare assolute hanno visto protagonisti tra le femmine Marta Maffioletti, finalista dei 60 piani dove si è piazzata settima in 7”53 e con lei Daniela Tassani in staffetta (sesta classificata). Ferma ai box purtroppo la triplista Maria Moro, in fase di recupero.


Per i maschi c’è l’impresa del bronzo con la staffetta; insieme ai compagni Don e Lai, i nostri Christian Bapou e Amos Galbiati si sono presi la soddisfazione della medaglia dopo lo scippo ai campionati juniores estromessi da una scorrettezza degli avversari. Molto bene Reda Chaboun nel triplo dove chiude al sesto posto (primo degli under 23) con la misura 15,53 ormai vicino al minimo per gli europei. Emmanuel Ihemeje si piazza undicesimo in 14,75. Christian Bapou (ancora junior) si perde un poco tra i big assoluti e nei 60 piani non va oltre 7”02 e la riflessione che forse ha mezzi più idonei per 200 e 400 come ha dimostrato nell’ultima poderosa frazione di staffetta.


Tripletta ai regionali cadetti con una super Iezzi

Dalle pagine tricolori a quelle regionali con in scena gli under 15 che nel fine settimana si sono giocati i campionati regionali indoor. Nella prima giornata a Saronno l’hanno fatta da padroni i triplisti con Federica Chiodo (11,35) e Andrea Mineri (12,59) neo campioni lombardi. Nella seconda giornata, a Bergamo, un formidabile Alessandra Iezzi ha messo in fila oltre 200 concorrenti nei 60 piani conquistando la maglia di campionessa regionale con un ottimo 7”84 (tempo che vale già le prime posizioni nella categoria superiore).

domenica 12 febbraio 2017

ANCHE LA STAFFETTA ALLIEVE E’ D’ORO


Dopo il titolo delle under 23 si laurea campione la staffetta under 18

Anche la seconda puntata tricolore al Palaindoor di Ancona si colora d’oro. Messo in cassaforte il titolo junior di staffetta con tanto di record italiano conseguito la scorsa settimana da Daniela Tassani & C., nella kermesse riservata agli under 18 sono le allieve Estrada a vestire le maglie di campionesse italiane: Valeria Paccagnella, Tisiye Zuniga, Rachele Merisio e Beatrice Invernizzi hanno messo in fila tutte le staffette rivali con un sontuoso 1’43”47 (non lontano dalla migliore prestazione italiana) che ha portato il team Bracco-Estrada sul gradino più alto del podio. Un’oro pesante che ha consolidato anche la classifica a squadre con la conquista dello scudetto indoor e che ha virato al positivo il bilancio della due giorni marchigiana. A livello individuale ci sono stati buoni piazzamenti con un piccolo rammarico nella gara dei 60 hs dove Valeria Paccagnella non è andata oltre il nono posto, giustificata però dalla lunga forzata assenza dalle gare. Ma classe e forza ci sono. Bene nei 60 piani con Federico Manini che al suo primo campionato italiano agguanta la finale con settimo posto (7”18) e anche con Tisiye Zuniga che si mette in mostra con una bella batteria (7”86) per cedere un po’ nella semifinale. In gara nei 60 anche Luisa Omacini (8”07) e Rachele Merisio (8”03) che è brava soprattutto nei 200 classificandosi al sesto posto (26”01). Federico Manini (anch’egli impegnato nei 200 col tempo di 23”24) è anche protagonista nella staffetta con i colori della 100 Torri con Riccardo Sironi, Pietro Sfenopo e il compagno Estrada Davide Zucchinelli (per loro la sesta piazza in 1’34”58). Dalla pedana del triplo si destreggia bene Agostino Doneda che – al suo primo anno da allievo - chiude al quinto posto con la misura di 13,52 e le allieve Amina Vailati (decima in 11,49) e Francesca Riva (quattordicesima in 11,12). Ultima nota positiva l’ottimo terzo posto della 100 Torri-Estrada nella classifica a squadre maschile.
In questo prossimo weekend si replica nuovamente sul palcoscenico di Ancona con i campionati italiani indoor assoluti. Portacolori Estrada in gara saranno Marta Maffioletti (60 piani e staffetta) e Daniela Tassani (staffetta e forse 400) e il quartetto maschile capeggiato dai triplisti Reda Chaboun ed Emmanuel Ihemeje, oltre a Christian Bapou che sarà iscritto nei 60 e protagonista della staffetta insieme ad Amos Galbiati.

lunedì 6 febbraio 2017

DANIELA TASSANI ANCORA REGINA


Titolo tricolore con nuovo record italiano nella staffetta indoor

Partito con il botto il primo trittico di febbraio al Palaindoor di Ancona che in tre successivi weekend ospita i campionati italiani indoor. Il primo appuntamento era riservato alle categorie junior e under 23 (o promesse secondo la nomea della Fidal). Gruppo Estrada presente in forze come da anni ormai accade ad ogni rassegna tricolore e non sono mancati i grandi numeri. Ancora una volta è Daniela Tassani a salire sul gradino più alto del podio guadagnandosi la maglia di campionessa italiana e che con le compagne del team Bracco (Annalisa Spadotto Scott, Irene Morelli e Nicla Mosetti) ha stabilito il nuovo record italiano nella staffetta 4x200 (1’39”79). Individualmente è stata protagonista anche della finale dei 400 (specialità alla quale si sta da poco dedicando) dove si è piazzata al quarto posto in 55”62.


Ma i campionati di Ancona hanno fruttato anche altre cinque medaglie ai portacolori dell’Estrada. In campo femminile Francesca Aquilino si è presa l’argento con la staffetta junior (1’43”25). Il resto arriva da specialità individuali e tutte maschili. Christian Bapou si piazza al secondo posto nella avvincente finale dei 200 con un ottimo 21”91, con nelle gambe le precedenti fatiche delle qualificazioni e finale dei 60 piani nella quale agguanta un bel bronzo (6”94). Soddisfazioni dalla pedana del triplo dalla quale arrivano le altre due medaglie di bronzo con Reda Chaboun nella gara under 23 (15,20) ed Emmanuel Ihemeje tra gli junior (14,84), con Quincy Achonu subito a ridosso (quarto con la misura di 14,52). I piazzamenti nel lungo da parte di Chaboun (quinto con 7,27) e Achonu (sesto con 6,90) completano il quadro positivo del settore salti. Encomiabile anche Amos Galbiati che conquista la finale dei 60 hs (sesto in 8”23) dopo aver centrato l’accesso alle semifinali dei 60 (7”07); semifinali raggiunte nei 60 hs anche dagli junior Francesca Facchinetti (9”31) e Gabriele Spotti (8”70). Sofia Borgosano si è piazzata nelle qualificazioni dei 60 piani jr.
Questi campionati hanno lasciato un po’ di amaro in bocca al quartetto junior della staffetta, in testa con Galbiati e Spotti e pronto a volare verso una possibile vittoria (il testimone sarebbe passato a Ihemeje e infine a Bapou), è accaduto quanto non si dovrebbe mai vedere sulle piste di atletica: un sorpasso galeotto da parte di un avversario inseguitore ha scalzato dalla corsia lo sfortunato Gabriele Spotti con inevitabile caduta che l’ha costretto al ritiro. Un danno che ha avuto grave ripercussione anche nella classifica di squadra con la perdita dello scudetto indoor che era già in tasca. Davvero un peccato.
Il Palaindoor marchigiano riapre ora i battenti per i campionati italiani riservati agli allievi. Per l’Estrada un nuova trasferta pesante con il carico di ben 10 atleti che hanno agguantato il minimo di partecipazione. A guidare la truppa è Valeria Paccagnella (iscritta nei 200 e ostacoli), insiema a Tisiye Zuniga, Lusia Omacini, Rachele Merisio (anche 200), Federico Manini e Davide Zucchinelli nei 60 piani e tutti impegnati anche in staffetta. Nel triplo Agostino Doneda, Amina Vailati e Francesca Riva e infine Elisa Rozzoni nei 1000.

venerdì 27 gennaio 2017

SCOCCA L'ORA DEI CAMPIONATI ITALIANI

Ottimo rodaggio all'Hallen Meeting di Magglingen
La trasferta svizzera a Magglingen ha dato risposte molto positive sul lavoro invernale sin qui fatto. Il nostro gruppo è giunto al prestigioso Hallen Meeting in grandi forze (oltre 40 atleti al seguito). Per i più giovani è stato il battesimo con le gare indoor di livello (manifestazioni che purtroppo non si riescono a trovare in Italia), mentre per gli atleti dalla categoria allievi in su è stato il banco di prova per gli imminenti campionati italiani. E tra le nuove leve si è messa in grande evidenza Alessandra Iezzi, una under 15, che non ha avuto timori a correre contro la concorrenza più esperta ed anziana: 7”92 nei 60 e 25”97 nei 200 sono tempi di grandissimo livello e che preannunciano per lei una stagione importante. Tra i big non hanno deluso Marta Maffioletti che ha stampato il suo nuovo personal best nei 60 (7”55) e Daniela Tassani con la vittoria nei 400 (55”75) e l’argento nei 200. In campo maschile sta scaldando il motore Christian Bapou, ancora jr, vicinissimo al personale nei 60 con 6”81. In formissima anche lo junior Amos Galbiati che straccia tre personali, nei 60 (7”07), 60 hh (8”12) e 200 (22”04). In buona salute il reparto dei salti con Reda Chaboun vincitore del lungo col p.b. di 7,14. Ma dietro incalza fortissimo l’allievo Agostino Doneda, magnifico nel triplo (13,72) e nel lungo (6,24). Bene anche il cadetto Andrea Mineri. Emmanuel Ihemeje non ha ripetuto l’exploit di Bergamo ma è pronto ad affrontare i tricolori insieme al collega jr Quincy Achonu.

Con questa settimana inizia la kermesse dei campionati italiani indoor. Si comincia ad Ancona con gli under 23 e gli junior. Saranno 10 gli atleti Estrada presenti all’appuntamento tricolore con Daniela Tassani (400 e staffetta) e Reda Chaboun (lungo e triplo) nella categoria promesse. Tra gli junior saranno all’opera Christian Bapou (60, 200 e staffetta), Quincy Achonu (lungo e triplo), Amos Galbiati (50, 60 hs e staffetta), Emmanuel Ihemeje (triplo e staffetta), Gabriele Spotti (60 hs e staffetta), Francesca Aquilino (200 e staffetta), Francesca Facchinetti (60 hs e staffetta), e Sofia Borgosano (60 e staffetta).

Al centro, Moorea Chiappa vincitrice dei 60 hs a Bergamo
Nel weekend c’è stato spazio anche per i giovanissimi. Dal Palaindoor di Bergamo registriamo gli acuti vittoriosi di Rachele Serina nei 60 (8”91), Moorea Chiappa nei 60 hs (10”77) e Flavio Camesasca nel lungo (4,85).