Atletica Estrada - sito ufficiale

domenica 1 marzo 2015

LEGRAMANDI & TASSANI COPPIA AZZURRA A LIONE


Triangolare indoor Francia-Italia-Germania

Dopo i brillanti risultati ottenuti ai campionati italiani fioccano le nostre prime maglie azzurre del 2015. Era nell’aria, ma l‘ufficialità era stata diramata la settimana scorsa dal Direttore tecnico delle squadre nazionali giovanili, Stefano Baldini, che ha convocato Daniela Tassani e Danny Legramandi per l'incontro internazionale Junior indoor tra le rappresentative di Francia, Germania e Italia svoltosi il 28 febbraio nella “Halle Stephane Diagana” di Lione.
Dopo l’assaggio della corsa estate con la squadra azzurra nel raduno di Cles, i nostri atleti arrivano al primo battesimo con la nazionale under 20.
E la risposta dei nostri portacolori è stata soddisfacente. Daniela Tassani si è classificata al secondo posto nei 200 con il nuovo personale di 24”36 (abbassandolo di 26 centesimi) che rappresenta anche la sesta prestazione italiana under 20 di tutti i tempi. E poi in compagnia delle “colleghe” azzurre Folorunso, Niotta e Borga ha fermato il crono della staffetta 4x200 a 1’37”84 (seconda miglior prestazione italiana indoor). Non di meno Danny Legramandi che ha sfiorato il suo personale nei 60 piani: con 6”98 si classifica al quarto posto e primo degli italiani in gara.
Le cronache molto intense delle scorse settimane ci avevano costretto a dare solo qualche breve spunto di altre gare interessanti e in particolare la terna ottenuta a Bergamo dai nostri cadetti ai campionati regionali indoor. Complimenti dunque ai neo campioni lombardi: Valeria Paccagnella vincitrice dei 60 hs col tempo di 9”17 e i triplisti Amina Vailati (10,75) e Agostino Doneda (11,81).

Restando nelle competizioni regionali, a Monza si è tenuto il campionato individuale di cross dove Alemayeu Bonalumi si piazza undicesimo sorreggendo la squadra allievi della 100 Torri Pavia, seconda nella classifica di società e che punterà ad un podio ai prossimi campionati italiani in programma a Fiuggi il 15 marzo. Nella stessa rassegna Alice Colonetti è sedicesima nella gara under 23.  

lunedì 23 febbraio 2015

MAFFIOLETTI E TASSANI D’ARGENTO


Con le forze Estrada la Bracco conquista lo scudetto tricolore femminile e tra i maschi la 100 Torri è vice-campione d'Italia

Il primo pensiero, ancora più importante di qualsiasi evento, va a Danilo e a Maurizio, prematuramente scomparsi nel giro di una settimana; il pensiero e l’abbraccio di tutti noi sono per le loro figlie Francesca e Laura e alle loro famiglie, chiamate ad una prova di vita dolorosa e difficile.
Tutta l’Atletica Estrada si stringe a voi, forza ragazze!

Ed ora veniamo agli eventi…..
Con i tricolori assoluti svoltisi a Padova, si è chiuso il trittico di weekend dedicati ai campionati indoor. Dopo le rassegne junior/promesse e allievi/e al Palaindoor di Ancona, la campagna d’inverno si è chiusa brillantemente per i nostri colori: da Padova arriva un’altra medaglia d’argento con la staffetta femminile capitanata da Marta Maffioletti con la giovanissima Daniela Tassani, insieme alle compagne milanesi Sabrina Galimberti e Laura Oberti; per loro, il crono è di 1’38”38 che le lascia di poco dietro al team dell’Esercito. Individualmente Marta Maffioletti conquista la finale dei 400 (55”09) chiudendo al sesto posto. Nella stessa gara brava Beatrice Mazza che segna il suo personale in 56”96.
Giovani speranze Estrada anche nella squadra assoluta della 100 Torri Pavia, con lo jr Danny Legramandi che si cimenta con i colossi nei 60 piani (per lui un buon 7”02) e poi con l’allievo Christian Bapou insieme nella staffetta con i compagni Luca Lai e Paolo Danesini per un discreto quinto posto (1’29”34). Nelle staffette era presente anche Gabriele Buttafuoco con il suo nuovo team bolzanese, sesto.
La due giorni tricolore di Padova ha anche deciso le sorti della classifica generale dei Campionati di Società Indoor. In base alla somma dei risultati dei CdS di categoria Allievi, Junior, under23 e Assoluti, lo scudetto tricolore 2015 va alla Bracco Atletica che si impone con 190 punti su Studentesca CaRiRi (182) e Atletica Bergamo 1959 (180). In campo maschile il titolo è della Studentesca CaRiRi on 187 punti davanti ad Atletica Cento Torri Pavia (181) e La Fratellanza Modena (154). Ci fa piacere notare che sullo scudetto Bracco e il secondo posto del Pavia il contributo dato dai nostri atleti è stato pesante e determinante.
Il weekend appena trascorso ha dato spazio anche ad altre gare indoor, tra e quali i campionati regionali cadetti con tre titoli di spessore vinti da Valeria Paccagnella (60 hs), Amina Vailati e Agostino Doneda nel triplo. Risultati sui quali torneremo in modo più approfondito al prossimo appuntamento.
Per intanto godiamoci il bel bottino delle gare indoor tricolori con l’oro di Christian Bapou nei 60 piani allievi, le otto medaglie d’argento e una di bronzo, quale migliore frutto di un grande lavoro fatto da questo autunno ad oggi, nel segno di una continuità sempre vincente.

lunedì 16 febbraio 2015

CHRISTIAN D’OR NEI 60 PIANI

Ancona: Christian Bapou campione italiano

insieme all'oro altri 4 argenti per i nostri allievi

I nostri allievi tornano da Ancora con un bel carico di medaglie. Il re di questa rassegna tricolore indoor è senz’altro Christian Bapou con il bottino personale di un oro e due argenti. Ma andiamo con ordine nella cronaca. La gara dei 60 piani era certamente la più delicata. La brevità del rettilineo con permette distrazioni di sorta. Dopo una tranquilla batteria di qualificazione, in semifinale deve già mostrare le unghie (6”97) per presentarsi allo sparo dei migliori otto sprinters dove non concede niente agli avversari laureandosi campione italiano con un ottimo 6”91. Le tre gare della prima giornata (sabato) condizionano non poco i muscoli del nostro velocista che la domenica deve affrontare la staffette oltre a batterie e finale nei 200. Ed è in questa gara, sulla carta più favorito, che la stanchezza decide la sorte. Dopo una qualificazione con il miglior tempo di batteria, lascia 5 centesimi al bravo laziale Mario Marchei che lo infila al fotofinish (22”09 il suo tempo). Alle medaglie (oro e argento) di Bapou fanno contorno le altre medaglie d’argento.


Felicissimo Emmanuel Ihemeje. Nei 400 sbriga facilmente la pratica di qualificazione avendo in testa la finale contro il superfavorito Vladimir Aceti e nel testa a testa ci ha creduto spingendo forte e con intelligenza sino al traguardo e per lui il secondo posto, col personale di 49”90, è davvero una soddisfazione.


Le altre medaglie arrivano dal balletto delle staffette: quella più sorprendente è per le allieve scese in pista con un quartetto rivoluzionato (senza Francesca Facchinetti colpita dal grave lutto famigliare e senza Lucrezia Gritti dolorante ad una caviglia); ma Miriam Vercellone, Chiara Di Benedetto, Michela Goffi e Sofia Borgosano ci credono comunque e sono vicecampionesse con  tempo di 1’46”41. 


Stessa birra (e argento) anche per gli allievi Amos Galbiati, Emmanuel Ihemeje, Alfredo Romano e Christian Bapou che 21 cent (per loro 1’31”82) cedono il titolo alla Atletica Vicentina, compagine che si prende anche il titolo di società, lasciando l’(ennesimo) argento alla 100 Torri Estrada.
Bravi anche gli altri atleti scesi al palaIndoor: Lucrezia Gritti è quarta nel triplo con 11,80 (con il problema alla caviglia) e tra i maschi in pedana, il debuttante Quincy Achonu è finalista col personale di 13,29 (nel lungo si piazza decimo con 6.67).
La velocità femminile (staffetta a parte) ha visto una buona Sofia Borgosano che coglie l’obiettivo della semifinale nei 60 (8”03) e l’undicesimo posto nei 200 (26”18) dove ha corso anche Elisa Tonoli (26”94).
Nella marcia (5 km) c'è stato il debutto in categoria di Federico Vimercati (18° con 26.16) e quello meno fortunato di Matteo Scabeni colto da un malore che l'ha costretto al ritiro all’ultimo km. Esperienza anche per il neo allievo Amos Galbiati nei 60 hs (per lui 8”88 con qualche errorino), mentre nei 200, oltre a Bapou c’era in gara anche Alfredo Romano che nella girandola delle qualificazioni si ferma a 23”84. Infine, nei 1000, bravo Mattia Rinaldi (anche lui primo anno da allievo) che proveniente dal cross dimostra di essere un buon combattente anche in pista (tempo 2’43”37).

lunedì 9 febbraio 2015

3 ARGENTI PER DANIELA TASSANI


Ai campionati junior bronzo anche per Legramandi nei 200

Il palaindoor di Ancona ha vissuto due intense giornate di atletica con oltre 1100 atleti-gara in rappresentanza di oltre 200 club di tutta Italia. Sabato 7 e domenica 8 febbraio l'impianto marchigiano - che compie 10 anni – ha accolto i Campionati Italiani Juniores e Promesse Indoor.
Nonostante le traversie di viaggio (oltre 10 ore!) causate dalle nevicate, il capoluogo marchigiano è stato per noi il primo vero banco di prova della nuova stagione agonistica con un bilancio sicuramente positivo grazie al bottino di 3 medaglie d’argento e una di bronzo.
Daniela Tassani è stata la punta di questa spedizione tricolore e la juniores (ricordiamo al suo primo anno di categoria) è stata protagonista sia nei 60 che nei 200 piani e la capitana della staffetta della Bracco Atletica. Nella prima giornata di gare la velocista si guadagna facilmente la finale dei 60 piani, dove si supera con il suo nuovo personale di 7”73 non sufficienti per l’oro conquistato con un vantaggio di soli 2 centesimi da Chiara Torrisi del Cus Palermo. Grande lotta anche nei 200 piani (anche qui col personale di 24”62) dove si arrende davanti alla fortissima Ayomide Folorunso che ha anche vinto il titolo nella staffetta 4x200 con il Cus Parma: un “incubo” per la nostra Daniela, che torna a casa con al collo 3 medaglie d’argento, ma con la grande consapevolezza che si giocherà un biennio juniores da protagonista (Torrisi e Folorunso sono già al secondo anno di categoria). Da sottolineare che l’argento di staffetta (1’42”75) è condiviso con la compagna Emma Robustelli, insieme alle amiche della Bracco Atletica (Monfardini e Spadotto Scott); una Bracco targata Estrada che a livello di squadra si laurea campione d’Italia juniores. Sfortunata invece la prova di Michela Villa nella staffetta Bracco under 23, squalificata per caduta del testimone.
In campo maschile, il portacolori Danny Legramandi non ha deluso le attese nei 200 piani conquistando una importante medaglia di bronzo con il personal best di 22”16. Nei 60 piani si ferma in semifinale, dove non riesce a ripetere il tempo segnato in batteria (7”07), piazzandosi così al decimo posto della graduatoria. Bravo Reda Chaboun (neo junior) nei salti: è quarto nel triplo con 14,60 e sesto nel lungo con 6,89. Per i cultori dei numeri, la misura di 14,60 nel triplo è nuovo record all time Estrada, sette cm più in là di un certo Andrea Saccani (sempre ad Ancona nel 2002). La staffetta 4x200 interamente composta da nostri atleti per i colori del Pavia (con Legramandi e Chaboun erano schierati Marco Vavassori e Chamod Dayawansa) si piazza al nono posto col tempo di 1’33”24.
Ed ora tocca agli allievi ancora al Palaindoor di Ancona in questo fine settimana; una spedizione composta da numerosi atleti con gli occhi puntati soprattutto su Christian Bapou e Emmanuel Ihemeje, ma anche altre possibili sorprese e un occhio di riguardo alle staffette.

Per i cadetti trasferta a Padova dove Amina Vailati ha vinto la gara del triplo con 10,58. Bravi anche Davide Zucchinelli (7”67 nei 60 e 25”49 nei 200) e Agostino Doneda con 11,98 nel triplo.

lunedì 2 febbraio 2015

INDOOR: INIZIANO LE DANZE TRICOLORI

Danny Legramandi
Ad Ancona gli italiani indoor con under 18 e 23

Quello appena trascorso è stato un fine settimana soft, dopo le scoppiettanti prove svizzere del nostro team; una quiete in attesa del via di un triplice weekend tutti dedicati ai campionati italiani indoor. Si comincia in questo fine settimana, ad Ancona, dove il sipario si aprirà con le categorie under 18 (juniores) e under 23 (promesse). Al palaindoor marchigiano mancherà purtroppo Luca Cacopardo, trattenuto alla M.I.T. di Boston per esami universitari e che dall’altra parte dell’Atlantico ha comunque fatto sapere di essere in forma con 22”13 nei 200 e 49”92 nei 400. La nostra punta ai tricolori di Ancona sarà Danny Legramandi, esordiente nella categoria junior e capofila stagionale nei 60 e terzo nei 200. La squadra maschile vedrà schierato anche Reda Chaboun (triplo e lungo)
In campo femminile i riflettori sono puntati su Daniela Tasssani, anche lei al primo anno in categoria, attualmente seconda nella graduatoria stagionale nei 200 e che sarà protagonista anche nei 60. Nei 200 sarà schierata anche Emma Robustelli.
A Padova è sfumata l’opportunità di ottenere il minimo nei 60 hs Michela Villa e nei 400 Anna Ciccarelli e Marco Vavassori. Per loro ci sarà spazio nella staffetta: quella maschile (100 Torri) sarà interamente targata Estrada con Danny Legramandi, Reda Chabou, Marco Vavassori e Chamod Dayawansa. La Bracco ha agguantato il minino per la staffetta junior a Padova (1’44”61) grazie all’apporto di Anna Ciccarelli ed Emma Robustelli e ad Ancona lotterà sicuramente per un podio. La staffetta promesse vedrà schierata Michela Villa.
Nel frattempo da Manchester è rimbalzata la notizia di un ottimo 24”49 segnato nei 200 da Marta Maffioletti, temporaneamente residente nel Regno Unito per studio.
Le gare del weekend hanno finalmente messo in pista anche i giovanissimi che a Bergamo si sono messi in ottima evidenza, soprattutto con le cadette e le ragazze. Per le prime spicca l’oro di Beatrice Vailati nei 60 hs (9”82) con  il bronzo, nella stessa gara, della compagna Alice Codebue e l’argento di Francesca Riva nel salto in alto con 1,46. Colpaccio delle ragazze nella pedana del lungo, con Federica Chiodo che ha vinto con la bella misura di 4,68 seguita sul secondo gradino del podio da Alice Zanoli con 4,39. Soli due centesimi alla vittoria per Alice Facchi che comunque ferma il crono ad un interessante 8”56 nei 60 piani. Ben piazzati le altre cadette e cadetti in gara: Tisiye Zuniga, Matilde Molinai, Nafisatou Sambare, Beatrice Gritti, Amina Vailati, Rebecca Piccolo, Crystal Carlentini (tuttr schierate nei 60 piani), Diego Nizzi (60), Suman leoni (60 hs) e Agostino Doneda (lungo). E così anche le altre ragazze: Chiara De Capitani, Federica Alloni e Gaia Rozzoni nei 60, Zoe Guerreschi (60 hs) e nel lungo Rebecca Vimercati e Elena Sonzogni.
Per ultimo notizie dal cross. A Brescia buon piazzamento per l’allievo Alemayeu Bonalumi nella seconda prova regionale dei societari di cross: la squadra della 100 Torri era comunque già qualificata per la finale nazionale di marzo a Fiuggi. Piazzati Marco Serina tra gli junior, Simona Conti e Marta Pisoni per le allieve. Al Trofeo Monga tenutosi della scorsa settimana la presenza Estrada si è fatta sentire nelle categorie giovanili che hanno conseguito 5 vittorie con Francesca Riboni (cadette), Emma Corrado (ragazze), Andrea Merico (ragazzi), Andrea Tentori (esordienti maschi) e Michela Garau (esordienti femmine).